lunedì 21 maggio 2012

Anche i Cani hanno un chakra

In classificaEbbene sì, si riesce fare loro la lettura dei chakra, e vedere quali siano bloccati e quando si siano bloccati. Capita a volte anche di riuscire a "vedere" un blocco futuro e quindi lavorare tempestivamente in modo che ciò non accada, sistemando il presente.

Con i cani è bellissimo lavorare perchè sono degli esseri molto sensibili, e quando li vedete seduti a mo di sfinge, non stanno solo sdraiati, stanno letteralemnte meditando. A tutti gli effetti risulterebbe loro un pò faticoso incrociare le zampe :)

Con i cani, ma anche con i cavalli, è molto utile il riequilibrio energetico, specialmente nei momenti di depressione, o per le cagnoline che soffrono di gravidanza isterica, o ancora dopo un'operazione chirurgica agli occhi, o una sterilizzazione. Molto utile in questi casi risulta essere anche la tecnica Reiki, oltre alla Prano-bioenergia e alle normalissime coccole, delle quali il vostro amico a quattro zampe vi renderà grazie, anche solo con lo sguardo.

Le posizioni dei chakra nei cani o nei cavalli, rispecchiano grosso modo quelle dell'uomo.
Infatti in alto sopra il cranio si trova il settimo chakra, quello spirituale. Poi il sesto posizionato al livello della ghiandola pineale, il quinto in corrispondenza della gola. il quarto vicino al cuore, il terzo nella zona preposta alla digestione, il secondo in corrispondenza del plesso sessuale e il primo, a mio avviso, inizia con i coccige e finisce con l'ultima vertebra della coda.

Potete vedere qui alcune raffigurazioni dei centri energetici del cane e del cavallo.

Per tutte le persone che hanno un animale domestico a casa (che non sia un gatto, perchè loro, secondo me, non ne hanno bisogno) potete fare loro delle terapie energetiche a patto che non si tratti di pesci o di uccelli, perchè per loro sarebbero troppo forti da sopportare o addirittura controproduttive.
Questo tipo di tecniche energetiche vanno bene se utilizzate ad esempio con cani che soffrono di depressione, o con cavalli svogliati ed apatici.
Possono risolvere anche delle problematiche fisiche a lungo andare, proprio per il fatto che, mettendo in sesto il sistema energetico, l'energia nell'animale ritorna a scorrere in modo corretto, così tutto il sistema mente-corpo ne beneficia e di conseguenza anche gli organi stessi, che tendono ad avere un miglioramento in tal senso.
Quindi consiglio a tutti i proprietari di animali "problematici" o con "problemi" di utilizzare, oltre alle terapie veterinarie, anche le tecniche energetiche che io considero altamente valide.







Ciao a tutti!!

3 commenti:

Anonimo ha detto...

ho una gattina di 2 anni che dopo una gravidanza (aveva 1 anno) non prevista (è scappata rompendo una zanzariera) ha avuto prima una intolleranza alimentare da cui si è ripresa l'autunno scorso, ora ha una bruttissima cistite sanguinolenta, acqua fiuggi, antibiotici, ma niente, è molto emotiva...paurosa...sto pensando al 2°chakra, se le facessi il reiki che ne pensi? grazie

il bosco del re ha detto...

Ciao,

I problemi legati al plesso sessuale spesso sono relativi al secondo chakra, potresti intervenire con il reiki e vedere se accetta perché i gatti sono un po' particolari da trattare. Se hai il secondo o terzo livello puoi trattare i suoi farmaci o anche la sua acqua, anche con il metodo di Masaru Emoto. Trovi qualcosa sul mio articolo "bebè e bibe santo" se non erro. In oltre parli di paura che potresti trattare con i fiori di Bach, fammi sapere! Grazie - il bosco del re

Anonimo ha detto...

Salve, sono master reiki di terapia energetica per animali. Applico questa energia con simboli connessi da diverso tempo su tutti gli animali senza differenze. Anche su pesci e uccelli...e anche sui gatti che a furia di assorbire le energie basse o di squilibrio degli umani con cui sono a contatto hanno bisogno anche loro di una bella rigenerata. Il reiki non fa male a nessuno e tutti prima o poi ne hanno bisogno.