lunedì 28 novembre 2011

I pugnetti dei bimbi e l'Aura

In classificaCarissimi,


vi scrivo oggi per raccontarvi come siano speciali i bambini e molto intuitivi. Loro per istinto sanno difendersi benissimo e conosco inconsciamente una tecnica energetica molto efficace.


Come tutti sanno, l'aura è il campo energetico che abbiamo attorno al nostro corpo fisico, e viene infatti chiamata anche con altri nomi come ad esempio corpo astrale o l'insieme dei corpi sottili. 

Secondo il master Choa Kok Sui di Pranic Healing, l'aura si divide principalmente in tre fasce. La prima compenetra il corpo fisico e fuoriesce da esso per circa 40 cm è detta aura eterica o bioplasmica. Subito dopo si trova l'aura astrale, molto più sottile, è quella che rimane di noi dopo la morte. L'ultima parte della nostra aura è detta aura mentale, molto sottile anch'essa, è il veicolo dell'intelletto e della mente.


La nostra aura è molto importante, è piena di infomazioni nostre e a causa della sua "forma fisica" compenetra anche altre aure, dalle quali ottiene altre informazioni. Purtroppo accade che queste informazioni, o scambi energetici, non siano dei migliori. Esistono delle persone, che senza volerlo, attaccano la nostra aura e ci "succhiano" l'energia. Quante volte vi è capitato di essere a disagio in un luogo con molta gente, o a contatto con una data persona, o in fila al supermarket? Alle volte ci si sente addirittura subito più stanchi e apatici. In questi casi, è bene chiudere rapidamente la nostra aura, in modo da non andare in conflitto con quella di altri e per salvaguardarla.


E' altresì molto importante usare la tecnica di chiusura dell'aura quando state litigando con qualcuno, quando qualcuno vi offende, o quando siete costretti ad essere in contatto con delle persone con cui non vorreste avere niente a che fare, come potrebbe capitare ad esempio al lavoro, ad esempio.
La tecnica di chiusura dell'aura è molto semplice ed efficace, per chiudere rapidamente i chakra alti del corpo e far diminuire nettamente lo spessore della vostra aura, facendo in modo che non vada in collegamento con quella di altra gente poco piacevole, potete incrociare le braccia. Per quanto riguarda i chakra inferiori potete incrociare le gambe. 


Se volete aggiungere maggiore protezione potete chiudere a pugno le mani con il pollice all'interno. L'aura così sarà completamente chiusa e difficilmente attaccabile. Potete provare in occasione di uno scontro con qualcuno, se vi chiudete noterete che l'altra persona rimarrà arrabbiata molto più a lungo e voi vi sentirete più distanti e distaccati dalla lite stessa, o dalla situazione poco piacevole che state vivendo.


Avete mai notato che i bimbi piccolissimi hanno spesso i pugni delle mani chiusi e che spesso dormono tenendoli così? Per loro, infatti,  è un atteggiamento innato, quello di salvaguardare la loro aura ancora molto pura,  e si difendono energeticamente dagli attacchi energetici che potrebbero esserci anche nell'ambiente stesso, o durante il sonno e di notte, a loro insaputa.
Una tecnica molto utile può essere quindi quella di mettere le mani in tasca con i pugni chiusi e il pollice all'interno, così non darete alcun fastidio e potrete schermarvi senza sembrare delle persone chiuse o poco disponibili, come potrebbe apparire, invece, quando si incrociano gambe e braccia. Il maestro Choa Kok Sui, infatti,  ci tiene a specificare di non adottare questa postura difronte al proprio capo in ufficio o al lavoro in generale, perchè potrebbe essere letto come un comportamento scortese e come un atto di ribellione o di sfida.


In seguito vi racconterò anche come programmare un oggetto o una pianta o qualcosa che avete nell'ambiente in cui vivete o lavorate, in modo che vi faccia da scudo e assorba gli attacchi energetici da voi non voluti.
Vi lascio con un piccolo esercizio che vi può far rendere conto di cosa stiamo parlando:


Trovate un parente o un amico che vi faccia da partner in questo esperimento energetico.


  1. Chiedetegli di sedersi con le braccia e le gambe aperte.
  2. Sensibilizzate le mani, premendo con il pollice sui palmi, posizionate le mani a 7-8 cm una dall'altra, parallele, con le braccia leggermente aperte. Inspirate ed espirate lentamente, muovete le mani leggermente in avanti e indietro. A questo punto dovreste sentire una sensazione di pizzicore o come se sentiste un campo energetico fra le vostre mani, come se fossero delle calamite.
  3. Da una distanza di circa 4-5 metri cominciate ad avvicinarvi e avvicinatevi sempre di più finchè non percepite la stessa sensazione che sentivate tra le vostre mani. Quando sentite questa forza, state facendo lo scanning della sua aura, cioè state vedendo con le mani fino a dove arriva e che forma abbia.
  4. Chiedete al vostro parter di incrociare le braccia e le gambe.
  5. Ripetete ora lo scanning dell'aura superiore, centrale ed inferiore. Mentre lo fate avvicinatevi per sentire la sua aura. Osservate la differenza rispetto a prima.
  6. Chiedete al partner di aprire le braccia e le gambe.
  7. Ripetete lo scanning, c'è qualche differenza?

Noterete che l'aura esterna diventa più compatta e densa nel momento in cui vengono incrociate le gambe e le braccia, l'aura in quella postura diventa più forte e quindi meno attaccabile dall'esterno.

Se vi va fatemi sapere com'è andata l'esperienza ;)

Nessun commento: